Il software weBridge, insieme alla normativa, al Metodo della Valutazione Numerica (MVN) ed al Manuale per la Valutazione dello Stato dei Ponti, rappresenta uno degli elementi fondamentali per una completa gestione automatizzata dei ponti.

weBridge, basato su piattaforma Citrix, è un sistema che permette di accedere al software di gestione delle strutture con un qualsiasi terminale connesso ad internet.

Questo recente sviluppo consente alle Amministrazioni che utilizzano il Metodo Bridge di conservare i propri dati in maniera sicura sui server protetti 4 EMME Service S.p.A., sui quali viene regolarmente effettuato il backup giornaliero.

La schermata principale, attraverso un’interfaccia intuitiva, fornisce all’utente le opzioni di ricerca con le quali accedere ai dati di ogni singola opera. Richiamata l’opera, della quale sono proposte le immagini fotografiche principali, il software segnala tutte le informazioni necessarie per l’esercizio del controllo, dai dati di massima, chilometrica, lunghezza e tipologia strutturale, ai valori scaturenti dalle ispezioni, sino alle scadenze di legge e quelle ispettive impostate.

Attraverso le icone si accede ai dati di archivio. La schermata di identificazione raccoglie le informazioni dettagliate dell’opera, dalla proprietà all’ente concessionario, dalla denominazione all’ostacolo oltrepassato (ponti) sino alle specifiche degli elementi costruttivi quali fondazioni, spalle, archi o travate, giunti, appoggi, etc.

Un’importante caratteristica del software weBridge è quella di fornire alle Amministrazioni le informazioni necessarie all’esercizio del controllo del patrimonio infrastrutturale, tra le quali le scadenze di legge per la validità dei collaudi e quelle impostate dai tecnici per l’intervallo dell’esecuzione delle ispezioni, nonché la categoria da normativa a cui ogni ponte appartiene.

Scarica la brochure weBridge

Scarica la presentazione Ispezione Ponti

I CARICHI ECCEZIONALI

Il modulo Carichi Eccezionali del software weBridge è lo strumento informatizzato che permette di stabilire se un veicolo speciale possa transitare su determinata linea stradale o ferroviaria su cui insistono numerosi ponti.
Per le amministrazioni che hanno numerose opere d’arte sotto la propria tutela, i trasporti eccezionali sono una fonte di preoccupazione sia per i riflessi sulla sicurezza della circolazione sia per la conservazione del patrimonio, in particolare per quelle strutture che sono state progettate, nel corso degli anni, con carichi e normative diverse.

La valutazione informatizzata dei trasporti eccezionali analizza attraverso un processo di calcolo automatico le sollecitazioni massime di taglio e momento agenti su una struttura per confrontarle con quelle previste dalla normativa, e verifica tutta la serie di ostacoli presenti su una linea stradale o ferroviaria come restringimenti di carreggiata, altezze limite, raggi di curvatura e via dicendo.

Il sistema è implementato dalla cartina stradale prodotta da Google identificando i ponti lungo l’itinerario per il quale il carico eccezionale richiede l’autorizzazione. L’itinerario riporta i ponti attraverso una indicazione a “goccia” che è colorata in modo da individuare, già a colpo d’occhio, le potenziali difficoltà di transito derivanti dalla verifica delle sollecitazioni prodotte rispetto a quelle ammesse.

Scarica la brochure Trasporti Eccezionali

Esempio di percorso di un carico eccezionale

Verifica dei ponti lungo il percorso

LE APP PER I DISPOSITIVI MOBILI

Per l’esecuzione del censimento e dell’ispezione visiva sono state realizzate due APP per Android che permettono di eseguire le operazioni di raccolta dei dati in campo e di restituzione in ufficio direttamente da un tablet o da uno smartphone. Prima di essere archiviati nel Bridge i dati devono passare per due tipi di revisioni fatte da Ispettori Qualificati almeno di II livello.

IL CENSIMENTO

L’ISPEZIONE